venerdì 20 maggio 2016

Leggi con noi

"E tutti noi, quando non abbiamo più vie d'uscita, dobbiamo affrontare il destino in cui siamo imprigionati, e all'epilogo essere quello che siamo sempre stati nel profondo, qualunque fosse l'illusione in cui ci siamo voluti cullare."
MURIEL BARBERY, L’eleganza del riccio, presentato da Lucia Arduini, I C.

Non c'è colpa più odiosa della mancanza di ortodossia nella condotta. L'assassino uccide soltanto l'individuo... e dopo tutto cos'è un individuo?
ALDOUS HUXLEY, Il mondo nuovo, presentato da Filippo Heller, II F. 

E quando il dottor Cardoso uscì dalla porta e scomparve nella strada lui si sentì solo, veramente solo, e pensò che quando si è veramente soli è il momento di misurarsi con il proprio io egemone che vuole imporsi sulle coorti delle anime. Ma anche se pensò così non si sentì rassicurato, sentì invece una grande nostalgia, di cosa non saprebbe dirlo, ma era una grande nostalgia di una vita passata e di una vita futura, sostiene Pereira.
ANTONIO TABUCCHI, Sostiene Pereira, presentato da Anastasia Castellani, IC.